Estensimetri e assestimetri

Assestimetro Magnetico Induttivo

///Assestimetro Magnetico Induttivo

Descrizione

La nostra sonda assestimetrica di tipo induttivo, è stata da noi progettata per l’utilizzo in colonne assestimetriche realizzate in PVC, ABS o materiale plastico comunque non ferroso, equipaggiata con anelli in ferro disposti lungo la colonna a distanze prestabilite ed in grado di scorrere su questa seguendo i movimenti del terreno.

La sonda è dotata di un robusto cavo elettrico, inestensibile e con marker di riferimento ogni 50 cm, che oltre a consentire la trasmissione del segnale elettrico emesso dalla sonda, consente di sostenerla durante la sua scesa e la sua salita nella colonna in fase di esecuzione delle misure.

Il sensore induttivo, presente nella sonda, intercetta, durante la sua discesa e la sua risalita, i vari anelli in ferro  inviando un segnale che individua la posizione di esatto centramento con ciascuno di questi. La misura della posizione della sonda, e quindi dell’anello in ferro, viene determinata mediante il cavo di sostegno alla sonda e ad una speciale stadia millimetrata che permette la risoluzione visiva del millimetro.

Applicazioni

  • Dighe
  • Rilevati stradali e ferroviari
  • Argini
  • Terreni circostanti aree di scavo e diaframmi
  • Gallerie
  • frane
  • varie

Caratteristiche e Vantaggi

  • Non richiede anelli magnetici
  • Precisa affidabile nel tempo
  • Di facile utilizzo
  • Utilizzabile con tubi a grosso diametro e grosso spessore

Principio di misura

Il sensore induttivo, presente nella sonda, intercetta, durante la sua discesa e la sua risalita, i vari anelli in ferro  predisposti lungo la colonna assestimetrica, inviando un segnale che definisce la posizione di esatto centramento della sonda con ciascuno di questi. La misura della posizione della sonda e quindi dell’anello in ferro, viene determinata mediante il cavo di sostegno alla sonda e ad una speciale stadia millimetrata che permette la risoluzione visiva del millimetro nel tratto L=50 cm tra i due marker posti sul cavo; il tutto riferito ad un punto di misura ben definito apposto sull’elemento di testa dell’assestimetro. La sonda, per come concepita, consente il centramento sull’anello con alta risoluzione e ripetibilità e quindi con definizione molto precisa della posizione, che risulta essere non superiore agli 0,2mm. La  accuratezza della misura dipende ovviamente anche dal cavo e soprattutto dall’operatore che esegue la lettura su questo. Generalmente, con un buon allenamento, si può raggiungere una accuratezza di misura di 1mm.

Nel caso di diametri maggiori è necessario, vista la direzionalità dell’impulso di misura,  dotare la sonda di un dispositivo di maggiorazione del diametro fermo restando che maggiore è lo scostamento dai parametri standard e maggiore è il rischio di introduzione di elementi di errore.

La sonda ha diametro esterno di 57 mm e viene generalmente utilizzata, come detto,  in colonne assestimetriche o colonne inclino/assestimetriche.

Il cavo elettrico viene fornito avvolto su apposito rullo avvolgicavo contenente anche la elettronica di segnalazione di intercettamento.

Un display è presente sul frontale a indicare l’intercettazione degli anelli metallici.

Dal display, mediante la funzione di battery test, è possibile visualizzare il livello di carica e lo stato della batteria.

Al fine di rendere più semplice la misura, sono presenti n°2 beeper, che indicano il top ed il down dell’anello in ferro.

Si consiglia di tenere la batteria in carica dopo ogni serie di misurazioni.

Lo strumento è composto da:

  • Sonda magnetica a induzione
  • Cavo con anima in kevlar con marker ogni 50 cm;  L=50 (standard) – a richiesta 100m.
  • Rullo avvolgicavo con acquisitore/rilevatore e          batteria integrata
  • Carica batteria
  • Stadia millimetrata, in acciaio inox, L=50 cm