Piezometri e Misuratori di Livello

Piezometro Casagrande

Descrizione

Il piezometro Casagrande è uno strumento generalmente utilizzato per la misura del livello della falda o delle pressioni neutre in  terreni a diversa permeabilità .

Lo strumento è  composto da una testa filtrante in ceramica e da uno o due tubi in PVC che risalgono la perforazione e collegano l’elemento poroso alla superficie (boccaforo); il tutto viene generalmente sigillato tramite bentonite.

La misura del livello di falda o della pressione neutra, viene generalmente eseguita o tramite una sonda elettrica (freatimetro) , o tramite un piezometro elettrico installato in uno dei due tubi  e acquisito tramite apposita unità di acquisizione. Nel caso di lettura con  trasduttore elettrico uno dei due tubi dovrà essere di diametro sufficiente per contenere il sensore.

Applicazioni

Uso comune è l’utilizzo di questi strumenti per il controllo del livello di falda, delle pressioni interstiziali, acqua nel sottosuolo, per il monitoraggio della quota falda durante attività di costruzione o scavo, prove idrauliche di permeabilità o di pompaggio e per monitoraggio di frane.

Le principali applicazioni dei piezometri Casagrande e Tubo Aperto sono:

  • Controllo livello falda
  • Monitoraggio pressioni interstiziali
  • Prove idrauliche di permeabilità o pompaggio
  • Frane
  • Fori di Sondaggio

Caratteristiche e Vantaggi

  • Rapidità di misura
  • Basso Costo
  • Semplicità di Utilizzo
  • Facile Manutenzione
  • Strumentabile con sensori automatici
  • Doppio tubo per spurgo o letture combinate

Principio di misura

La differenza tra i piezometri Casagrande ed i  piezometri a tubo aperto è che con i primi si misurano le pressioni neutre nel terreno mentre con i secondi i livelli di falda. Entrambi i modelli vengono sono installati all’interno di fori di sondaggio collegando il tubo finestrato o l’elemento filtrante con tubi in PVC giuntati fino alla profondità richiesta.

La lettura del livello o della pressione può avvenire attraverso trasduttori di pressione o attraverso lettura con una sonda elettrica o  freatimetro.

Il traduttore di pressione viene calato all’interno della tubazione e il livello di pressione viene rilevato in superficie attraverso il collegamento  con centraline di lettura o datalogger.

La sonda elettrica viene calata all’interno della tubazione, grazie al cavo di collegamento inestensibile e centimetrato.

Quando la testa della sonda entra in contatto con l’acqua, si chiude il circuito elettrico  sulla centralina, situata all’interno del rullo, si accende una spia luminosa e viene emesso un segnale acustico a indicazione dell’avvenuto contatto. Leggendo la profondità riportata sul cavo della sonda possiamo controllare eventuali andamenti della falda e, conoscendo la quota del punto di misura di boccaforo, possiamo anche ricavare la quota assoluta del livello misurato.

Sono disponibili modelli con doppio tubo per consentire contemporaneamente sia la lettura manuale che attraverso trasduttore.