Descrizione

Il freatimetro o sonda elettrica viene principalmente utilizzato per il rilievo dei livelli in pozzi o tubi piezometrici.

Lo strumento, molto semplice ed economico,  è composto da:

  • Una sonda che porta due contatti in metallo pregiato, fra loro isolati da un  dispositivo rompigoccia.
  • Una testa aggiuntiva di appesantimento
  • Un rullo avvolgitore che include i dispositivi per la rilevazione dell’avvenuto  contatto con  l’acqua della sonda
  • Un cavo inestensibile di forma piatta o circolare e con riferimenti centimetrici o millimetrici, a seconda dei modelli

La sonda elettrica ha un diametro esterno di circa 12 mm per essere utilizzata con tutti i tubi piezometrici di normale impiego.

Sono disponibili quattro serie di sonde elettriche, ognuna con varie lunghezze del cavo :

  • Sonda elettrica con cavo piatto millimetrato
  • Sonda elettrica con cavo tondo centimetrato
  • Sonda elettrica con cavo tondo centimetrato e sensore di temperatura

La sonda elettrica è uno strumento affidabile e non necessità di molta manutenzione se non la sostituzione delle batterie quando scariche; è di facile utilizzo e permette a chiunque di effettuare controlli del livello di falda o di un pozzo, senza nessuna preparazione particolare. E’ sufficiente introdurre la sonda nel pozzo o nel tubo piezometrico e calarlo fino a che la testa non entra in contatto con l’acqua. Un segnalatore acustico indicherà l’avvenuto contatto e i riferimenti sul cavo indicheranno il livello dell’acqua rilevato dalla testa del foro. Per avere una misura in m.s.l.d.m. sarà necessario avere le coordinate topografiche della testa del foro in modo poi da poter ricavare il dato cercato.

Applicazioni

La sonda elettrica viene utilizzata ogni qualvolta si vuole misurare il livello della falda freatica in pozzi, piezometri a tubo aperto o Casagrande.

Sono strumenti di semplice utilizzo e di immediato riscontro numerico e questo, oltre alla elevata ripetibilità, li rende sempre fra i più utilizzati strumenti nelle misure di  falda sia per lavori di breve che di lunga durata.

Questi strumenti vengono utilizzati per misure in :

  • Dighe
  • Ponti
  • Gallerie
  • Frane
  • Pozzi
  • Fori di sondaggio
  • Diaframmi
  • Lavori stradali
  • Monitoraggio geotecnico, strutturale e idrologico
  • Varie

Caratteristiche e Vantaggi

  • Misura immediata
  • Nessun disturbo atmosferico
  • Semplicità di utilizzo
  • Basso costo
  • Robusto e resistente

Principio di misura

Il principio è semplice; un cavo elettrico a due conduttori viene calato in pozzi o fori trivellati fino a fare contatto con il pelo libero dell’acqua di cui si vuol misurare il livello. Sulla parte di testa viene applicata la cosiddetta sonda che realizza il corpo di appesantimento del cavo e l’elemento di contatto con l’acqua. Al contatto, l’acqua mette in corto circuito i due conduttori; corto circuito rilevato da un dispositivo di segnalazione, alimentato da apposita batteria, posto  all’altra estremità del cavo e allocato in apposito rullo avvolgi cavo.

Il cavo di collegamento è inestensibile e centimetrato (millimetrato nella piattina) .

Quando la testa della sonda entra in contatto con l’acqua, il segnalatore si attiva e in quel momento si può rilevare, mediante lettura diretta sul cavo, la profondità a cui il contatto è avvenuto determinando così la profondità del pelo libero dell’acqua e quindi del  livello della stessa.