Pendoli e Coordinometri

Coordinometro Ottico

Descrizione

Il coordinometro ottico viene utilizzato per la misura della posizione del filo di pendoli diritti e rovesci, nelle due coordinate cartesiane del piano orizzontale, garantendo misure accuratissime e con altissima risoluzione.

Assieme al coordinometro EGS, il coordinometro ottico fa parte dei coordinometri manuali prodotti da Pizzi Instruments S.r.l.; questo modello consente la misura ottico-meccanica degli spostamenti del filo a piombo, sia diritto che rovescio.

I pendoli e gli altri modelli di coordinometri disponibili sono strumenti indispensabili per il monitoraggio ed il controllo delle traslazioni e delle rotazioni di grandi strutture come dighe, torri, campanili etc..

Il coordinometro ottico è un ottimo ausilio  ai coordinometri automatici , vuoi come strumento di comparazione e verifica periodica, vuoi come strumento di riserva in caso di fuori servizio del controllo automatico.

Applicazioni

  • Dighe in calcestruzzo e in RCC;
  • Strutture nelle quali sono presenti pendoli diritti o rovesci e slittometri Galileo.

Caratteristiche e Vantaggi

Lo strumento soddisfa ai seguenti requisiti fondamentali:

  • esegue la misura senza influenzare la posizione del punto osservato
  • fornisce i valori delle due coordinate del punto oggetto in modo rapido senza richiedere lo spostamento in sedi o posizioni distinte;
  • è removibile in modo da evitare i danni conseguenti alla permanenza in ambienti sfavorevoli;
  • ha un’elevata precisione e sensibilità di misura
  • è utilizzato in moltissime dighe da 0ltre 60 anni

Principio di misura

Lo strumento è realizzato da una piattaforma a sezione rettangolare e da un corpo superiore, portante i gruppi ottici, in grado di scorrere  longitudinalmente sulla piattaforma di base azionato da un dispositivo di movimentazione a vite micrometrica di alta qualità.

Lo schema ottico del coordinometro realizza un triangolo rettangolo isoscele, con il vertice dell’angolo retto sul punto osservato e con l’ipotenusa coincidente con l’asse longitudinale dello strumento.

La base di misura che coincide con l’ipotenusa del  triangolo ha una lunghezza di 600 mm, e la distanza della base al punto osservato è di 300 mm.

Due prismi sono montati alle due estremità della base di misura e deviano l’asse ottico secondo i due lati del triangolo rettangolo. Due obbiettivi eguali disposti sull’asse dello strumento riportano le rispettive immagini dell’oggetto su un prisma centrale che accoglie le due immagini distinte e le riporta in un unico oculare. Il campo dell’oculare è diviso in due parti separate, ognuna corrisponde all’osservazione secondo l’obbiettivo di destra e di sinistra.

Il complesso ottico resta sempre immutato, cioè, durante le misure non si verifica nessun spostamento relativo dei diversi elementi fondamentali. La misura viene eseguita imponendo degli spostamenti di traslazione secondo l’asse longitudinale dello strumento.

La piattaforma e dotata di tre piedini a sfera che appoggiano sulle sedi, geometricamente determinate (cono, angolo e piano), murate alla struttura.

La parte superiore porta il sistema ottico e precisamente due prismi di estremità, due obbiettivi intermedi, un prisma collettore-centrale, un micrometro di riferimento ed un oculare di osservazione.

La parte superiore porta pure il bottone di comando degli spostamenti.

Tale bottone agisce su una vite micrometrica.

Il bottone è graduato per la lettura delle frazioni degli spostamenti. Ogni divisione corrisponde ad uno spostamento di 0,02 mm. Sulla parte mobile è montato pure un quadrante a lancetta che indica gli spostamenti in millimetri. Il campo di misura dello strumento è di 30 mm per ciascun asse.

Sul micrometro è incisa una scala per il rilievo degli spostamenti del filo in direzione verticale.

Tale osservazione viene fatta osservando la posizione di un tratto colorato del filo rispetto alla scala.

Uno speciale dispositivo consente di aumentare il campo di misura portandolo a ± 55mm nella direzione X e ±35mm nella direzione Y.

Sono disponibili i seguenti accessori:

  • Banco di controllo per coordinometro ottico
  • Coppia di sedi per coordinometro
  • Dima per la installazione delle sedi del coordinometro
  • Dispositivo di ampliamento del campo di misura del coordinometro