Collimatori

Collimatore Ottico di Precisione

///Collimatore Ottico di Precisione

Descrizione

Il collimatore ottico di allineamento è uno strumento proposto da  Pizzi Instruments S.r.l.,  progettato appositamente per i controlli dei movimenti al coronamento di una diga.

Lo strumento, di notevoli caratteristiche ottico–meccaniche, obbiettivo di diametro 80mm e ingrandimento 60X, consente di realizzare un allineamento ottico fra due punti considerati fissi; questo allineamento, è in grado di definire un piano verticale, fisso, rispetto al quale si possono rilevare i movimenti dei punti della struttura che si trovano allineati con questo.

Il collimatore  è richiamato sempre nello stesso punto di stazione grazie ad apposite basi, consentendone così il posizionamento ripetitivo nella stessa esatta posizione.

Dalla parte opposta dei punti da controllare viene posizionata una mira, anch’essa poggiata su piedini di richiamo di una apposita base, che consente di effettuare il puntamento.

La misura viene eseguita utilizzando una speciale mira, chiamate “mira mobile”, posizionata sui punti da controllare della struttura sempre utilizzando le apposite basi di appoggio che consentono il posizionamento univoco di questa. con questo sistema si raggiungono precisioni di 0,2mm su distanze inferiori ai 300m.

Applicazioni

Il collimatore ottico di allineamento permette di rilevare gli spostamenti di uno o più punti della diga rispetto a due punti lontani supposti fissi,  generalmente posti sulle spalle   diga.

Questo strumento viene  prevalentemente utilizzato per il controllo di  dighe, siano queste  in c.s. che in materiali sciolti; può comunque trovare applicazione anche per il controllo di:

  • Ponti
  • Paratie
  • Tunnel
  • Rilevati
  • Viadotti
  • Miniere
  • Altro

Caratteristiche e Vantaggi

  • Elevata risoluzione del sistema ottico
  • Elevata precisione nella misura
  • Robustezza e stabilità
  • Semplicità di utilizzo
  • Rapidità nella esecuzione delle misure

Principio di misura

Utilizzo di questo strumento è semplicissimo; il  collimatore permette di effettuare la misura dello spostamento relativo di più punti disposti lungo un allineamento ottico fisso ed invariabile nel tempo; allineamento che viene realizzato dal collimatore e da una mira fissa di riferimento .

Il collimatore viene installato in un punto detto punto stazione, generalmente in spalla diga al coronamento, comunque tale da non essere interessato dagli eventuali movimenti corpo diga. I punti da controllare  sul corpo diga  vengono materializzati da basi per mira mobile, su cui verrà poi applicata la mira in fase di misura; la mira fissa di riferimento si trova, rispetto ai punti da controllare, dalla parte opposta del collimatore ovvero sull’altra spalla  diga.

La misura consiste nel misurare le variazioni di posizione dei punti da controllare rispetto a tale allineamento.

La entità del movimento sarà pari allo spostamento necessario alla mira per tornare sull’allineamento di partenza.

Quando il punto in cui si vogliano mettere in evidenza gli spostamenti non si trova alla stessa quota del punto stazione e del punto mira fissa, ovvero dell’allineamento di riferimento, si passerà all’osservazione della mira mobile facendo ruotare il cannocchiale attorno al proprio asse orizzontale. L’asse di collimazione descriverà un piano verticale,  consentendo così di intercettare la mira mobile e quindi gli spostamenti della struttura rispetto a tale piano.

Lo strumento appoggia con tre piedini a sfera, di cui due a vite calante, su una base fissa, murata, posizionata esternamente alla struttura su apposito pilastrino.

I movimenti micrometrici sono studiati in modo da rendere agevole il puntamento anche a grandi distanze.

Le elevate caratteristiche del sistema ottico e la robustezza dello strumento, assicurano puntamenti molto precisi. L’obbiettivo ha una risoluzione di 1,5”.

Il sistema di puntamento, in base a cui l’operatore centra il filo del micrometro fra gli spicchi della mira, aumenta il potere risolutivo portandolo a 0,32”.

FAQ di Prodotto

– È possibile richiedere un certificato di taratura per il collimatore ottico?
Non è possibile in quanto il collimatore ottico non è uno strumento di misura ma rende solo possibile la realizzazione di una collimazione. Lo strumento di misura, per il quale è possibile redigere un certificato di taratura, è la mira ottica ì. Presso i nostri laboratori potrà essere verificata la rispondenza alle specifiche dello strumento ai dati di targa.
Collimatore ottico